Riso e derivati: nuovi limiti per il contenuto di arsenico

In seguito a parere dell' Efsa (Dietary exposure to inorganic arsenic in the European population – EFSA Journal ), che aveva sottolineato preoccupazioni circa la presenza di arsenico inorganico come causa di tumori a livelli inferiori a quelli indicati dal Codex Alimentarius, la Commissione Europea intende porre nuovi limiti legali massimi circa la presenza di arsenico nel riso e derivati. Di conseguenza verrà modificato il Regolamento (CE) n. 1881/2006 . 

Si chiederà agli Stati membri di supportare un livello di 0.20 mg per kg di riso ad eccezione del riso integrale (0.25 mg/kg). Livelli ancora più bassi (0.10) saranno previsti per i prodotti per l’infanzia.
I nuovi limiti si applicheranno dal primo luglio 2015.

Top